Era caduto da una scala a Grumello Non ce l’ha fatta il 64enne di Foresto

Era caduto da una scala a Grumello
Non ce l’ha fatta il 64enne di Foresto

È morto in ospedale Luigi Sora, il pensionato 64enne di Foresto Sparso che venerdì 18 agosto era caduto da una scala a pioli, battendo il capo, nella ditta di un amico a Grumello del Monte.

L’incidente era avvenuto pochi minuti dopo le 8 nella sede di un’azienda che si occupa di vernici, in via Tribolina, in una delle zone industriali del paese, poco prima del cavalcavia dell’autostrada A4, sul confine con Castelli Calepio. Nel complesso industriale hanno sede due ditte, quella in cui è avvenuto l’incidente si trova nella parte posteriore, più lontana dalla strada.

Il 64enne si trovava nel capannone di Grumello, ma non per motivi di lavoro: era un amico del titolare, che a quell’ora era già in azienda. Il 64enne avrebbe dovuto recuperare un aspirapolvere che era appoggiato su un soppalco, appena sopra l’ufficio. L’uomo è salito sulla scala ed è caduto improvvisamente, per cause che sono in fase di verifica.

Luigi Sora ha fatto un volo di due metri e nell’impatto sul pavimento ha picchiato violentemente la testa. Una caduta che gli ha provocato un grave trauma cranico. A prestare i primi soccorsi è stato il personale della ditta. Immediato l’allarme al 112: l’uomo è stato trasferito al Papa Giovanni di Bergamo dove è deceduto sabato mattina. Venerdì era stato sottoposto anche a un delicato intervento chirurgico che però non è riuscito a salvare l’uomo.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 19 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA