Furti in casa quasi dimezzati da gennaio Ma con l’ora solare i ladri colpiranno di più

Furti in casa quasi dimezzati da gennaio
Ma con l’ora solare i ladri colpiranno di più

I dati della Questura sui colpi denunciati a Bergamo e provincia: da 3.072 del 2018 a 1.750 di quest’anno, con un calo del 43%. Secondo le statistiche, però, tutti gli anni c’è una ripresa da novembre, quando fa buio prima.

Il dato positivo è che i furti nelle abitazioni di Bergamo e provincia non sono semplicemente in calo dall’inizio dell’anno, ma sono addirittura in netto calo, con un significativo meno 43% (dati della Questura). L’aspetto invece negativo è che questa cifra si riferisce al periodo che va dall’inizio di gennaio alla fine di settembre. E le statistiche bergamasche sono in tal senso chiare e, purtroppo, costanti nel tempo: tutti gli anni infatti il numero di furti nelle abitazioni torna a crescere, anche in maniera esponenziale a partire da novembre e fino a gennaio. Tutta colpa dell’ora solare. Proprio così: con il cambio dell’ora, da una settimana fa buio prima e dunque si allarga una fascia precedente la cena nella quale i topi d’appartamento possono contare sull’appoggio dell’oscurità per colpire quando le abitazioni sono ancora vuote perché gli inquilini sono ancora fuori per lavoro oppure per compere e commissioni di fine giornata. Nel dettaglio, tra gennaio e settembre del 2018 si erano registrati ben 3.072 furti nelle abitazioni, mentre nello stesso periodo di quest’anno il dato è sceso a 1.750 colpi. Un trend in calo in linea con il numero complessivo dei reati compiuti a Bergamo e provincia, sceso del 23,7%, ovvero da 15.097 a 11.525 denunce.


Leggi gli articoli di Fabio Conti acquistando a 0,99 euro la copia digitale de «L’Eco di Bergamo» di domenica 3 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA