G7 e il piano di sicurezza a Bergamo  Il Siap: si svolga in un clima pacifico
Alcuni controlli della polizia

G7 e il piano di sicurezza a Bergamo

Il Siap: si svolga in un clima pacifico

«Il G7 si svolga in un clima pacifico e si evitino strumentalizzazioni». È questo l’auspicio del Sindacato italiano appartenenti polizia (Siap) alla vigilia del vertice dei ministri dell’agricoltura, previsto per questo fine settimana.

L’apparato della sicurezza sarà imponente, viste le numerose personalità presenti. «Tre lunghi giorni che vedranno impiegati un numero molto elevato di appartenenti alle forze dell ordine, poliziotti carabinieri e reparti speciali – commenta Alberto Marchesi, membro della segreteria di Bergamo del Siap – per garantire a chi lo vorrà di poter manifestare liberamente il proprio dissenso, ma nel contempo assicurare l’ordine e la sicurezza pubblica».

«A cominciare dal prefetto di Bergamo, dal questore e da tutti i vertici istituzionali – prosegue Marchesi – che hanno seguito le fasi organizzative e che seguiranno l’evoluzione del complesso sistema sicurezza e a tutto il personale impiegato, diamo un caloroso augurio di buon lavoro».

Su L’Eco di Bergamo del 12 ottobre approfondiimenti sul G7


© RIPRODUZIONE RISERVATA