Giovedì 23 c’è lo sciopero dei voli  Possibili disagi, ecco le fasce garantite

Giovedì 23 c’è lo sciopero dei voli
Possibili disagi, ecco le fasce garantite

Sono previsti parecchi disagi per lo sciopero del personale di volo proclamato per giovedì 23 febbraio. Durerà da un minimo di 4 ore a un massimo di 24. Ryanair sciopererà dalle 14 alle 18.

Allo sciopero hanno aderito lavoratori delle compagnie Alitalia, Ryanair, EasyJet e Meridiana, tra le altre. Lo sciopero durerà da un minimo di 4 ore a un massimo di 24 ore, dalla mezzanotte alle 23.59 del 23 febbraio: le modalità e gli orari della protesta saranno variabili a seconda della compagnia. Ci potrebbero essere problemi anche per la serata del 22 febbraio e per la prima mattinata del 24 febbraio. Qui una lista dei voli e tutte le info sulla mobilitazione inviata da Enac.

Tra gli aeroporti interessati anche quello orobico, oltre a Torino Caselle, Napoli Capodichino, Venezia, Roma Fiumicino. Durerà tutta la giornata di giovedì 23 febbraio anche lo sciopero del personale Airport Handling di Milano Linate e Milano Malpensa. La protesta di 24 ore che vede coinvolto il personale di terra e volo di Alitalia, Ryanair, EasyJet e Meridiana, è stata indetta dalle sigle sindacali OSR FILT-CGIL/FIT-CISL/UILT-UIL/OSR CUB trasporti. Si fermeranno piloti, assistenti di volo, ma anche addetti alle pulizie, carico e scarico, e addetti agli sportelli degli aeroporti. Per la giornata dello sciopero, Alitalia è stata costretta a cancellare il 60 per cento dei voli programmati, sia nazionali che internazionali. La compagnia ha attivato un piano straordinario che prevede tra le altre cose il rimborso del biglietto o la possibilità di cambiare il proprio volo senza alcuna penale fino al 10 marzo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA