Guardie giurate nei quartieri di notte  Bergamo, in autunno vigilantes in azione
Una pattuglia della vigilanza Civis impegnata in un controllo notturno: presto nelle periferie

Guardie giurate nei quartieri di notte

Bergamo, in autunno vigilantes in azione

Bando da 730 mila euro per affidare la sorveglianza dalle 00,30 alle 6,30, con un’attenzione particolare alle zone periferiche.

Dal prossimo autunno, nei quartieri, arrivano i vigilantes. Dalle due alle quattro guardie giurate armate - da mezzanotte e mezza alle 6,30, sette giorni su sette -, su percorsi indicati dalla polizia locale, oltre a controllare gli edifici e le aree di proprietà comunale, faranno da «telecamere umane» nelle diverse zone periferiche della città, segnalando le situazioni «sospette» o intervenendo, dove possibile, direttamente.

Il Comune, nell’ottica di una sicurezza sempre più integrata, vuole rendere stabile la sorveglianza notturna per i prossimi tre anni. Il bando è stato presentato dal vicesindaco con delega alla Sicurezza Sergio Gandi, dal comandante della polizia locale Gabriella Messina e dal dirigente dell’ambito Sicurezza Virgilio Appiani. Un appalto da 730 mila euro, di cui 250 finanziati col Bando periferie del governo Renzi, che ha portato a Bergamo 18 milioni di euro in tutto. «L’affidamento sarà a settembre, e diventerà operativo nei mesi successivi – spiega Gandi –; completerà il presidio della città nell’arco delle 24 ore, integrandosi con le sette nuove assunzioni nel 2017 che portano a 152 le unità a tempo pieno della polizia locale, il cui servizio è già stato esteso fino alle 2 di notte nei weekend. A fine anno, poi, completeremo la videosorveglianza, sia estendendo il sistema sia introducendo nuove tecnologie». Le guardie garantiranno una maggiore presenza nei quartieri oltre la cerchia del centro piacentiniano e la zona della stazione.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 16 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA