I suoi distillati in tutto il mondo Giovanni Polini morto in Spagna

I suoi distillati in tutto il mondo
Giovanni Polini morto in Spagna

Malore fatale a Figueras dove c’è uno dei suoi stabilimenti. Annullata la festa del 50° del gruppo. Era di Villongo e aveva 77 anni.

Giovanni Polini, noto imprenditore nativo di Villongo, è morto giovedì 23 novembre in Spagna, stroncato da un infarto. Classe 1940, Polini si trovava a Figueras, in Catalogna. Per gestire uno degli stabilimenti esteri dell’azienda di famiglia, la Polini Group con sede a Paratico, aveva scelto di trascorrere alcuni mesi dell’anno lì, nella penisola iberica. Ed era stato proprio lui, insieme alla moglie Giuliana Maffi, a fondare esattamente cinquant’anni fa l’impresa di distillati.

Era il 1967 e per il quartier generale e primo stabilimento - dove produceva quasi ed esclusivamente vodka - Polini aveva scelto il suo paese natale, Villongo appunto. Poi, l’espansione: in mezzo secolo aveva aperto e avviato decine di stabilimenti produttivi e uffici commerciali all’estero, in tutto il mondo, dalla Russia fino agli Stati Uniti, con una produzione che negli anni è arrivata a sfiorare 25 milioni di bottiglie e 1.400 etichette. E proprio nei prossimi giorni la famiglia si sarebbe riunita a Sarnico per festeggiare, con dipendenti e con clienti da tutto il mondo, il 50° anniversario di Polini Group. La festa è stata annullata. Polini lascia i figli Simone, Alessio e Mirko: la famiglia sta lavorando al rientro della salma in Italia, la data del funerale sarà resa nota nelle prossime ore.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale dell’Eco di Bergamo del 24 novembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA