Il chiosco di fiori alle Grazie Dopo il «Barba» ora c’è Maura

Il chiosco di fiori alle Grazie
Dopo il «Barba» ora c’è Maura

Cambio di proprietario del chiosco di fiori, vicino alla chiesa parrocchiale delle Grazie, in viale Papa Giovanni.

Ora c’è Maura Loroño, 45 anni, nata in Argentina, nella città di Jujuy, ma poi cresciuta nella città boliviana di Sucre, arrivata a Bergamo 24 anni fa e che vive a Redona. È subentrata al famosissimo «Barba», come era da tutti chiamato Aquilino Zanchi, classe 1947, che ha gestito il chiosco per 52 anni. Voleva andare in pensione e aveva esposto il cartello «Vendesi». Che è stato notato da Maura. «Dentro di me è scattata una molla – racconta la nuova proprietaria –. Così sono entrata, dicendo al “Barba” che avevo intenzione di subentrargli. Abbiamo parlato e lui ha acconsentito». Prima di allora, Maura aveva lavorato come badante, colf e bambinaia. «Ma avevo sempre avuto grande passione per fiori e piante – racconta – e ambivo a lavorare in proprio. E il destino mi ha dato una mano».

Maura promette di far propria un’altra caratteristica del proprietario storico. «In primavera voglio esporre anche gli ortaggi. Me li hanno già richiesti, ma essendo agli inizi, ho risposto di pazientare un poco».


© RIPRODUZIONE RISERVATA