Il grazie dei giovani e di Libera a Mapelli: «Per il suo insegnamento e la sua forza»

Il grazie dei giovani e di Libera a Mapelli:
«Per il suo insegnamento e la sua forza»

«Grazie per il suo insegnamento, la sua forze e il suo esempio», lo ricordano su Instagram i «Ragazzi on the road» del progetto di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale, che più volte Mapelli aveva ricevuto in Procura.

Anche l’associazione Libera piange il procuratore. «Lo abbiamo incontrato in diverse occasioni e subito abbiamo apprezzato tutte le sue qualità professionali, a partire da una capacità di lettura dei fenomeni criminali fuori dal comune – sottolinea Francesco Breviario, referente per Bergamo -. Ci ha colpito anche la grande disponibilità umana: è stato sempre aperto al dialogo, al confronto, alla collaborazione». Mapelli, ricorda Libera, « è stato anche intervistato nell’ambito della ricerca Liberaidee, un progetto d’indagine nazionale che Libera ha portato avanti negli ultimi anni sulla percezione di mafia e corruzione: accanto a un sondaggio che ha coinvolto circa 10mila persone, Walter Mapelli era stato individuato tra gli “osservatori” più importanti del fenomeno sul territorio lombardo».


Approfondisci di più l’argomento, con due pagine, acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 9 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA