Il sindaco Gori diventa... pasticcere Sfida di dolcezze alla Festa del torrone

Il sindaco Gori diventa... pasticcere
Sfida di dolcezze alla Festa del torrone

Cremona, Bergamo, Brescia e Mantova : i quattro capoluoghi lombardi schierano i propri primi cittadini nella veste inedita di maitre patissier nella «disfida del dolce lombardo».

Tolta la fascia tricolore e indossata la casacca bianca con tanto di cappello e saccapoche, i quattro sindaci di Cremona, Bergamo, Brescia e Mantova sono pronti a darsi battaglia in una sfida totalmente inedita: la «disfida del dolce lombardo», che sabato 28 novembre alle 15 all’Hotel Delle Arti di Cremona, celebra le quattro città lombarde alla Festa del Torrone.

A sfidarsi, a colpi di ricette golose, saranno il sindaco di Cremona Gianluca Galimberti, quello di Bergamo Giorgio Gori, quello di Brescia Emilio Del Bono e quello di Mantova Mattia Palazzi. Ad aiutarli nell’impresa alcuni tra i più rinomati maestri pasticceri dei rispettivi territori: Paolo Madurini per Cremona con la celebre «Cremounesa», Claudio Giosuè Barbenni e la sua «polenta e osei» per Bergamo, Oscar Pagani con la sua rivisitazione della torta di rosa del Garda per Brescia, e Marco Antoniazzi con la sua Torta delle Rose con zabaione caldo in rappresentanza di Mantova. A rappresentare il territorio anche i delegati di Confartigianato dei quattro capoluoghi lombardi, che hanno aderito al progetto Erg («European region of gastronomy») finalizzato a valorizzare il territorio lombardo da un punto di vista turistico e gastronomico.

Implacabile sarà il giudizio della giuria di esperti convocata ad hoc per l’occasione, con le foodblogger Paola Mazzocchi ed Elisa Catalani e le giornaliste Nicoletta Tosato di Studio 1 e Annalisa Cavaleri, responsabile food del sito ufficiale di Expo e collaboratrice di Identità Golose e il consigliere regionale Carlo Malvezzi. A loro spetterà il compito di decretare il dolce vincitore della disfida, assaggiando una per una le proposte delle quattro città in gara e giudicando la performance dei sindaci nella loro insolita veste.

L’evento, organizzato in collaborazione con Rivoltini, storica azienda produttrice di torrone artigianali nel cremonese, è solo uno dei tantissimi appuntamenti dell’ultimo weekend della Festa del Torrone, che lo scorso weekend ha aperto le danze con l’affluenza record di circa 130mila persone e si appresta a battere tutti i record delle passate edizioni. Nel cuore della manifestazione, oltre 250 eventi concomitanti tra arte, musica, cultura, spettacoli, laboratori per bambini, degustazioni e iniziative aperte al pubblico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA