Impianti sciistici nella Bergamasca Accesso limitato ma restano aperti

Impianti sciistici nella Bergamasca
Accesso limitato ma restano aperti

Le attività nei comprensori sciistici nelle zone più colpite dal coronavirus resteranno aperte. Con un ma.

Saranno aperti a condizione che il gestore provveda alla limitare l’accesso agli impianti di trasporto - funicolari, funivie o cabinovie - con una presenza massima di persone pari ad un terzo della capienza.

È quanto prevede la bozza del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in merito alle nuove disposizioni sull’emergenza Covid-19 e che riguardano - secondo il documento - le province di Bergamo, Lodi, Piacenza, Cremona e nella città Pesaro-Urbino.


© RIPRODUZIONE RISERVATA