In Polonia a supporto delle famiglie ucraine in fuga dalla guerra

Solidarietà Missione Calcutta Onlus in missione nella località di Łomianki-Buraków, non lontano da Varsavia per un progetto di assistenza alle mamme ed ai bambini in fuga dalla guerra».

In Polonia a supporto delle famiglie ucraine in fuga dalla guerra

Un seminario della Provincia Polacca dei Padri Camilliani, adibito a rifugio temporaneo per le donne e i bambini che giungono in Polonia. Doriana Somma, progettista di Missione Calcutta Onlus, e Roberto Maresi, fotografo e volontario, hanno raccontato il loro viaggio e la loro esperienza in una diretta sui canali social di Missione Calcutta Onlus.

«È stata un’esperienza preziosa per comprendere, ancora una volta, quanto il contributo di ognuno di noi sia di fondamentale importanza per la gestione dell’emergenza umanitaria» spiega Doriana Somma. «Abbiamo deciso di agire subito, effettuando la missione in un contesto molto particolare. Il benessere di donne e bambini, soprattutto in una situazione emergenziale come questa, è stato fin da subito per noi una priorità».

«È stata un’esperienza preziosa per comprendere, ancora una volta, quanto il contributo di ognuno di noi sia di fondamentale importanza per la gestione dell’emergenza umanitaria»

Parole cui fa eco Roberto Maresi: «Dal punto di vista emozionale è stata un’esperienza estremamente d’impatto perché abbiamo potuto sfiorare questa immane tragedia. Ciò che mi ha colpito maggiormente sono stati gli occhi dei bambini, spesso persi nel vuoto. È difficile ricordarli senza provare ancora emozione. Dal punto di vista fotografico vale la regola che bisogna entrare in punta di piedi quando si fotografano le persone, a maggior ragione in un dramma come questo, perché si ha sempre l’impressione di essere degli intrusi».

Il seminario della Provincia Polacca dei Padri Camilliani ospita attualmente una trentina tra donne e bambini di tutte le età, dai 6 mesi fino ai 14 anni. Le famiglie ucraine stanno giungendo da ogni parte del Paese, specialmente da alcune delle città maggiormente interessate dal conflitto: Mariupol’, Mykolaïv, Char’kiv. Attualmente, non si dispongono informazioni circa i loro programmi e i loro piani per il futuro: qualcuno sta aspettando i documenti per l’Europa, altri hanno in programma di tornare in patria quando tutto questo sarà finito, altri ancora desiderano rimanere in Polonia.

Per sostenere il progetto in Polonia, Missione Calcutta Onlus ha organizzato su Rete del Dono una raccolta fondi a cui è possibile partecipare accedendo cliccando qui .

© RIPRODUZIONE RISERVATA