Intesa Sanpaolo lancia l’offerta pubblica per rilevare Ubi Banca
Sede di Ubi Banca (Foto by Beppe Bedolis)

Intesa Sanpaolo lancia l’offerta pubblica per rilevare Ubi Banca

Clamorosa offerta di acquisto da parte di Intesa Sanpaolo su Ubi Banca. La notizia è arrivata a tardissima ora con un comunicato emesso dal secondo gruppo bancario del Paese guidato dall’amministratore delegato Carlo Messina. Intesa lancia un’offerta pubblica di scambio volontaria. La decisione, specifica il comunicato, è stata assunta ieri. Oggetto dell’offerta è la totalità delle azioni ordinarie di Unione di banche italiane, terzo gruppo del Paese, erede della tradizione della Banca Popolare di Bergamo, guidato dal consigliere delegato Victor Massiah che proprio ieri a Milano ha presentato il piano industriale al 2022, di cui riferiamo nell’articolo sotto.

Per ogni azione Ubi che verrà portata in adesione all’offerta, Intesa Sanpaolo offrirà un corrispettivo unitario, «non soggetto ad aggiustamenti» precisa la nota, pari a 1,7 azioni ordinarie dell’offerente. Questo significa che ogni dieci azioni Ubi che verranno conferite, l’azionista ne riceverà 17 di Intesa Sanpaolo. In base ai prezzi ufficiali di Borsa rilevati alla chiusura di venerdì, il corrispettivo offerto esprime una valorizzazione pari a 4,254 euro per ogni azione di Ubi. Questo significa che il premio riconosciuto rispetto al prezzo ufficiale di Ubi di venerdì, che era di 3,333 euro, è pari al 27,6%.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 18 febbraio 2020

© RIPRODUZIONE RISERVATA