Investimenti per far crescere la cultura Il ministro studia il modello Bergamo

Investimenti per far crescere la cultura
Il ministro studia il modello Bergamo

Una visita lampo al cantiere del teatro Donizetti e un mini tour in Accademia Carrara. Tanto basta al ministro per i Beni e le Attività culturali Alberto Bonisoli, alla sua prima uscita ufficiale in terra orobica, per farsi un’idea del «modello Bergamo».

Qui si investe in cultura – spiegano gli amministratori locali al ministro – e la collaborazione tra pubblico e privato dà buoni frutti, ma si vorrebbe poter fare di più con l’aiuto di qualche modifica normativa. Dai castelli di Cavernago e Malpaga al Donizetti il passo è breve. Bonisoli arriva in cantiere sul far della sera. Interroga i vertici della Fondazione Donizetti, vuol sapere dei costi e dei tempi di realizzazione del progetto di rinnovamento del teatro. «È un mio pallino sapere come vengono spesi i soldi del contribuente», dice. Gli viene spiegato che a metà del prossimo novembre sarà allestito lo spettacolo inaugurale, un’opera lirica in prima assoluta, poi gli ultimi lavori proseguiranno sino a primavera. Costi preventivati: 19 milioni di euro.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 12 febbraio 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA