La luce tra arte, moda e design Iannone e Tellini all’Università
Serena Tellini e Francesco Iannone

La luce tra arte, moda e design
Iannone e Tellini all’Università

I due pionieri del lighting design italiano Francesco Iannone e Serena Tellini inaugurano la rassegna di incontri «Moda, Design, Luce nell’Italia del Novecento».

Nell’Aula Magna ed ex Chiesa di Sant’Agostino dell’Università degli Studi di Bergamo martedì 11 aprile alle 17 terranno la conferenza Una rivoluzione luminosa a cavallo di due secoli, in cui una riflessione sull’avvento della tecnologia Led, che ha trasformato il mondo dell’illuminotecnica si intreccerà con storie di vita professionali dei due progettisti. Iannone e Tellini, sono membri fondatori di Plda «Professional Lighting Designers’ Association»), la più grande associazione professionale del mondo e tra i loro progetti ci sono: lo studio del piano dell’illuminazione per le Olimpiadi di Pechino, del lighting design del National Grand Theatre di Pechino e di mostre d’arte come quelle di Lorenzo Lotto e Bellini alle Scuderie del Quirinale a Roma, città in cui hanno vinto il concorso per il piano della luce urbana.

L’appuntamento è il primo di una serie di eventi che porteranno all’Università di Bergamo alcuni tra i più importanti designer italiani, un’iniziativa che rientra nel percorso che l’Università sta seguendo, unendo l’intreccio tra i saperi e gli insegnamenti accademici, con un dialogo aperto al mondo artistico e professionale. La rassegna proseguirà il 20 aprile con l’intervento di Luigi Maramotti, Connettere la creatività, il 26 aprile, con Sine lumine pareo di Enzo Catellani e il 16 maggio con Beppe Finessi, che interverrà sul tema Ritratto del designer contemporaneo. La giornata di chiusura del 19 maggio avrà come ospite uno dei nomi più celebri del design italiano, Alessandro Mendini, che terrà una conferenza sul tema Design di Parole.

La rassegna Moda Design Luce nell’Italia del Novecento è il risultato di una collaborazione interdisciplinare e interdipartimenatale, che nasce dal curriculum di studi in «Moda, Arte, Design e Cultura Visiva». Pur afferendo al Dipartimento di Lettere, Filosofia, Comunicazione, questo percorso contempla un’offerta formativa con moduli di insegnamento espressamente pensati ed erogati da docenti del Dipartimento di Ingegneria gestionale, dell’informazione e della produzione dell’Università degli Studi di Bergamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA