La salute e l’età media in una ricerca I bergamaschi scelgono i loro ospedali

La salute e l’età media in una ricerca
I bergamaschi scelgono i loro ospedali

I bergamaschi si fidano delle loro strutture ospedaliere e non cercano altri ospedali per curarsi. Lo spiega un’indagine de Il Sole 24 Ore sulla salute e i servizi sanitari in Italia.

Bergamo è la provincia con il minor tasso di emigrazione ospedaliera in Italia: è davanti a Sondrio, Lecco, Como, Monza, Brescia, Ravenna, Forlì, Bologna e Cuneo. A livello complessivo, invece, la nostra provincia si trova al diciassettesimo posto, calcolando gli undici indicatori analizzati nella ricerca: aumento della speranza di vita, consumo di farmaci per diabete, consumo di farmaci per asma e Bpco, consumo di farmaci per ipertensione; tasso di mortalità, mortalità per tumore, mortalità per infarto miocardico acuto, pediatri, medici di medicina generale; geriatri , ricettività ospedaliera e appunto emigrazione ospedaliera, intesa considerando le dimissioni di residenti avvenute nel 2016 fuori dalla propria Regione.

In totale Bergamo ha un indice di salute di 569,55 punti con una speranza di vita di 83 anni. Prima è Bolzano ( 651,64, 83.7), seconda è Pecara (633.71, 83) mentre terza è Nuoro (630.18, 82,1 anni). Settima è Brescia, Milano è ottava. Fanalini di cosa Rovigo, Alessandria e Rieti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA