L’abbraccio e la carezza a Papa Giovanni Silenzio e applausi di migliaia di persone

L’abbraccio e la carezza a Papa Giovanni
Silenzio e applausi di migliaia di persone

L’urna di Papa Giovanni accolta dalla città. Gioia, preghiera e festa di tantissime persone nella prima giornata della peregrinatio: «Siamo ancora orgogliosi del Papa».

«Papa Giovanni aspettava la sua gente. Ma non avrei mai pensato di poter vedere il Pontefice così hanno da vicino...». La signora Maria Pia non nasconde la gioia, a braccetto dell’amica Diva. Insieme potuto seguire l’arrivo delle spoglie di Giovanni XXIII in piazza Vittorio Veneto, accanto alle autorità. «Hanno visto che faticavo molto a camminare e ci hanno fatto accomodare dentro le transenne – racconta –. È stata per me una grande emozione stargli così vicino, ho una grande devozione per il nostro Papa».

E come la signora Maria Pia hanno trovato una sistemazione a pochi passi dal Pontefice gli ammalati, le persone in carrozzina o con problemi di deambulazione che sono arrivate in piazza per salutare il suo «ritorno a casa». L’ingresso delle spoglie del Santo è stato salutato dagli applausi, da qualche «Viva il Papa». «Ho il cuore che mi scoppia», racconta Giuliana Nicotera, calabrese d’orgine, ma da 43 anni a Bergamo. «Sono molto amica di una nipote di Papa Roncalli, ne ho tanto sentito parlare e ci sembrava giusto esserci». Il figlio Giovanni, insegnante di religione, annuisce: «Abbiamo visto le sue spoglie a Roma, a Bergamo hanno un sapore particolare».

E una Bergamo soleggiata giovedì pomeriggio ha stretto Giovanni XXIII in un abbraccio ideale, almeno tremila le persone in piazza Vittorio Veneto secondo le stime della Questura. Un abbraccio che è iniziato a Seriate, alla chiesa di Paderno, la prima tappa della peregrinatio del Pontefice nella sua terra, dove l’urna è stata spostata dal furgone giunto da Roma su un pick-up per permettere a tutti di vederla.

L’Eco di Bergamo e BergamoTv seguono in diretta i principali appuntamenti della peregrinatio di Papa Giovanni XXIII. Su L’Eco in edicola sei pagine con il racconto della prima giornata, le interviste, i commenti e le fotografie.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 25 maggio 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA