Lega in piazza: «No alla moschea» Angeloni: fomentate paura, squallidi
L’area sequestrata in via San Fermo

Lega in piazza: «No alla moschea»
Angeloni: fomentate paura, squallidi

Sabato 23 gennaio alle 16 presidio della Lega in piazza Matteotti a Bergamo «contro la maxi moschea». L’assessore Angeloni su Facebook: «Quale maxi moschea? Abbiamo bloccato il progetto».

Resta alta la tensione politica in città sul «caso moschea» nel cantiere di via San Fermo (sequestrato e poi dissequestrato) dove era in costruzione un centro islamico. La Lega lancia una manifestazione: «Sabato 23 gennaio alle 16 in piazza Matteotti a Bergamo – scrive il segretario provinciale Daniele Belotti su Facebook – fuori dal municipio, presidio contro la maxi moschea finanziata con i soldi di chi sostiene l’islam radicale e i tagliagole! I barbuti vogliono realizzare a Bergamo il più grande centro culturale islamico in italia, a disperto delle norme urbanistiche e della trasparenza sui finanziatori, e il sindaco imam Giorgio Gori non ha ancora detto niente! Sabato tutti in piazza a difendere la nostra città».

Sempre su Facebook, l’assessore Giacomo Angeloni non usa mezzi termini per commentare l’iniziativa del Carroccio: «Questi vanno in piazza contro la maxi moschea... Qual è la maxi moschea? Abbiamo bloccato il progetto. Segnalato alla digos e chiarito in modo trasparente tutto (vedi risposta all’interpellanza ) state fomentando la paura... siete squallidi». E allega al post la sua risposta all’interpellanza dei consiglieri Ribolla e Pecce, in cui l’assessore chiarisce sul caso di via San Fermo.

Questi vanno in piazza contro la maxi moschea... Qual'è la maxi moschea? Abbiamo bloccato il progetto. Segnalato alla...

Posted by Giacomo Angeloni on Venerdì 22 gennaio 2016


© RIPRODUZIONE RISERVATA