Longuelo e gli allagamenti per maltempo «Situazione grave, ora si intervenga»

Longuelo e gli allagamenti per maltempo
«Situazione grave, ora si intervenga»

Hanno costituito un comitato dopo i recenti allagamenti avvenuti a Longuelo e sono stati ricevuti dal Comune di Bergamo. Alla riunione non hanno usato mezzi termini: la situazione è grave, hanno detto, si intervenga velocemente.

Le istanze dei cittadini giovedì 4 agosto saranno portate alla prima convocazione del tavolo tecnico sull’acqua, al quale siedono il Comune (a cui compete la pulizia delle caditoie), Consorzio di Bonifica (per il reticolo idrico minore), Regione Lombardia (per il reticolo idrico maggiore) e Uniacque (per il sistema fognario). «È stato un confronto positivo e civile, sono molto contento perché non era scontato vista la difficile situazione – commenta l’assessore ai Lavori pubblici Marco Brembilla –. Comprendo tutta la preoccupazione e la sofferenza dei cittadini di Longuelo. Mi hanno mostrato anche delle fotografie, porterò tutto all’attenzione del tavolo».

L’appello dei cittadini al Comune è stato lanciato subito dopo il nubifragio di domenica, l’ennesimo. Il membro del Comitato (nonché geologo) Renato Caldarelli si è confrontato con l’assessore Brembilla, ma già nei giorni scorsi avanzava alcune ipotesi sulla valletta di Astino. Uno specifico studio idrogeologico, pronto a settembre, è stato avviato dal comitato. «Gli esperti formuleranno delle proposte da portare al tavolo, per arrivare ad una risoluzione del problema, lavorando sulla prevenzione – spiega Anna Marinelli, membro del Comitato e residente in via Mattioli –. Purtroppo le nostre case sono a valle, è l’ultimo anello di una catena che necessita di una soluzione immediata. Al prossimo temporale temiamo che succeda ancora qualcosa: domenica in poche ore avevamo l’acqua alle ginocchia, la situazione è critica».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 4 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA