Maltratta il gatto, i vicini lo vedono Arriva la polizia e spintona gli agenti
Un gatto, in una foto d’archivio

Maltratta il gatto, i vicini lo vedono
Arriva la polizia e spintona gli agenti

A chiamare la Polizia alcuni vicini che lo hanno osservato mentre l’uomo era sul terrazzo, a Bergamo.

Secondo i vicini avrebbe maltrattato il gatto, secondo lui stava solo dando da mangiare al suo micio e l’animale gli si era attaccato addosso. Sta di fatto che i residenti che lo hanno osservato da un palazzo vicino, in via Cimarosa a Bergamo, hanno chiamato la Polizia. Lui, un italiano 56enne che vive solo e ha qualche precedente con le forze dell’ordine, ha reagito male. Non volendo fare entrare gli agenti delle Volanti che avevano raggiunto l’appartamento, ha iniziato a spintonarli in malo modo: ne è nata una breve colluttazione senza feriti che è terminata con l’arresto del bergamasco con l’accusa di resistenza.

Giudicato in direttissima nella mattinata di mercoledì 12 agosto l’uomo si è scusato per la reazione nei confronti della Polizia, negando i maltrattamenti sul suo gatto. Per lui sei mesi in abbreviato con pena sospesa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA