Meteo, venerdì allerta al Nord Previsti nubifragi fin dal mattino
Il maltempo che ha colpito domenica Osio Sotto

Meteo, venerdì allerta al Nord
Previsti nubifragi fin dal mattino

«Si prospetta un weekend da bollino nero non solo per le partenze dei vacanzieri, ma anche per le condizioni meteo». A Bergamo attenzione venerdì: previsti temporali anche forti.

Lo afferma il meteorologo di 3bmeteo.com Daniele Berlusconi, che continua così: «L’anticiclone delle Azzorre che in queste ore sta proteggendo tutta l’Italia lascerà transitare una perturbazione nord-atlantica che tra venerdì e domenica attraverserà buona parte delle nostre regioni».

«Le prime aree a risentire degli effetti del peggioramento saranno le Alpi, dove i primi temporali faranno la loro comparsa già da giovedì pomeriggio, per poi estendersi tra sera e notte anche alle alte pianure di Piemonte e Lombardia. Nel complesso però la giornata sarà ancora ovunque ben soleggiata e calda con temperature massime comprese tra 30 e 35°C».

«Venerdì invece il maltempo si accanirà nuovamente sulle regioni del Nord dove fin dal mattino transiteranno da Ovest ad Est temporali ed acquazzoni anche di forte intensità e con accumuli che localmente potranno assumere carattere di nubifragio, specie tra Prealpi e pedemontane. Dal pomeriggio peggiora anche al Centro, specie tra Toscana interna, Umbria e Marche. Rimarrà ancora ben soleggiato al Sud e sulle Isole».

«Nel weekend la perturbazione formerà un piccolo vortice depressionario sul Tirreno che penalizzerà ancora il Centro Sud, in particolare le regioni centrali adriatiche nella giornata di sabato e il Sud peninsulare e parte della Sicilia, specie i settori tirrenici, in quella di domenica. Ad esso sarà associato anche un calo delle temperature e un deciso rinforzo della ventilazione e del moto ondoso con venti che tenderanno a rinforzare dai quadranti settentrionali, specie tra Liguria e Sardegna. Nel contempo il tempo migliorerà al Nord che potrà godere di un weekend nel complesso ben soleggiato e dal clima gradevole».


© RIPRODUZIONE RISERVATA