Morto a venti giorni dall’incidente Almenno piange il 32enne Andrea
Andrea Capelli

Morto a venti giorni dall’incidente
Almenno piange il 32enne Andrea

Andrea Capelli, 32 anni, era stato ricoverato a Sondalo il 3 settembre. Il 14 settembre il trasferimento a Bergamo, sabato 21 il decesso. Era secondo maître a Villa d’Este a Cernobbio.

È morto a venti giorni dall’incidente in motocicletta, Andrea Capelli, 32 anni, di Almenno San Bartolomeo. Ricoverato subito dopo lo schianto in Rianimazione a Sondalo, in Valtellina, sabato scorso era stato trasferito alla Terapia Intensiva del Papa Giovanni di Bergamo. Fino a sabato 21 settembre, quando il suo cuore ha cessato di battere.

La mamma Bianca, distrutta dal dolore, lo ricorda come un «ragazzo d’oro, che mi ha riempito il cuore». Andrea, diplomato all’Alberghiero di San Pellegrino, era secondo maître nel prestigioso albergo di Villa d’Este, a Cernobbio (un 5 stelle, dove tra l’altro si svolge il forum Ambrosetti, dove si ritrova tutto il gotha della finanza internazionale).

Andrea Capelli

Andrea Capelli

Lo schianto mercoledì 3 settembre, in sella alla sua Aprila 1000: percorreva la statale 42 nel territorio di Malonno (in provincia di Brescia), direzione lago. «Ha frenato per evitare un furgoncino – ricostruisce la mamma – a quel punto ha perso il controllo della moto ed è finito contro un’auto che arrivava dalla direzione opposta». Le sue condizioni sono parse subito gravi, il ragazzo è morto sabato 21 settembre al Papa Giovanni di Bergamo. I funerali di Andrea Capelli saranno celebrati martedì alle 10 nella chiesa parrocchiale di Almenno San Bartolomeo, partendo dall’abitazione di famiglia, dove il giovane abitava con i genitori quando non si trovava al lavoro a Villa d’Este.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 22 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA