Multe, sanzioni record a Bergamo Ma il 40% dei cittadini non paga

Multe, sanzioni record a Bergamo
Ma il 40% dei cittadini non paga

Bilancio 2017 di 13,2 milioni, il 40% però è insoluto. L’assessore alla Sicurezza Sergio Gandi: «Bergamo è una città comunque virtuosa».

Ogni giorno i cittadini vengono sanzionati per aver parcheggiato in divieto di sosta, per essere entrati in una Zona a traffico limitato o, ancora, per eccesso di velocità. Ma solo 6 su 10 pagano (entro l’anno). È il dato messo nel bilancio consuntivo 2017 da Palazzo Frizzoni, da cui emerge, oltre alla cifra record da 13,2 milioni di euro alla voce sanzioni, anche il dato sugli effettivi incassi: solo il 60% delle persone, una volta trovato l’avviso sul parabrezza (o nella cassetta della posta) paga infatti la multa. Il restante 40% corre il rischio di vedersi recapitare a casa una cartella targata Equitalia. Perché le sanzioni non pagate non finiscono nel dimenticatoio, anzi. Il Comune, tramite l’agenzia per la riscossione, presenta il conto. E pure con gli interessi. La percentuale di debitori può sembrare alta, anche se in realtà la media nazionale di chi paga le multe è molto più bassa: si aggira attorno al 35%.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 13 giugno 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA