Natale «blindato» in Bergamasca Maggiori controlli nei luoghi sensibili

Natale «blindato» in Bergamasca
Maggiori controlli nei luoghi sensibili

Estrema attenzione alla sicurezza pubblica e prevenzione in vista delle prossime festività natalizie e di fine anno: misure di controllo intensificate verranno messe in atto in tutti gli ambiti di ritrovo, in occasione di feste in luoghi pubblici, a protezione dei luoghi ritenuti più «caldi».

Misure che sono intensificate anche dopo quanto è accaduto a Strasburgo. Il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è riunito in Prefettura ha affrontato anche il tema delle misure preventive proprio alla luce dell’ultimo attentato terroristico che ha scosso l’Europa, e quindi, in vista delle imminenti festività natalizie e del Capodanno, è stata disposta l’intensificazione delle misure di sicurezza – che sono peraltro già in atto –  a protezione degli obiettivi «sensibili».

Le misure riguardano tutto il territorio della provincia di Bergamo e coinvolgono anche il controllo nelle aree – luoghi di culto, piazze, mercati e centri commerciali –  che registreranno un maggiore afflusso di persone e di visitatori.

In linea con le direttive del Ministero dell’Interno, è stato stabilito che sarà riservata una particolare attenzione ai controlli stradali, ferroviari e nello scalo aeroportuale di Orio al Serio. L’obiettivo, spiegano dalla Prefettura, è quello di garantire sicurezza e serenità alla popolazione durante tutto il periodo natalizio e gli interventi di controllo e prevenzione vedranno coinvolte tutte le forze dell’ordine (carabinieri, polizia, stradale e guardia di finanza) in strettissima collaborazione con le polizie locali, di Bergamo e dei comuni della provincia. E tra i controlli non mancheranno anche quelli sul commercio e l’utilizzo di prodotti pirotecnici illegali.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 14 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA