«Non si può bloccare così l’aeroporto» Le proteste dopo la festa nerazzurra

«Non si può bloccare così l’aeroporto»
Le proteste dopo la festa nerazzurra

Un’invasione pacifica di tifosi in aeroporto ha accolto l’Atalanta di ritorno da Roma dopo la vittoria contro i giallorossi. Nessuno si aspettava così tanta gente.

La gioia dei tifosi nerazzurri, le proteste dei passeggeri. Nessuno, sabato sera, si sarebbe aspettato così tanta gente fuori dall’aeroporto di Orio al Serio. In migliaia, le stime dicono circa tremila persone, hanno atteso l’arrivo dell’Atalanta nei parcheggi dello scalo. Un’ondata spontanea, non organizzata, non prevedibile e proprio per questi motivi difficile da gestire. Non ci sono stati problemi di ordine pubblico, nel senso che la festa si è svolta senza segnalazioni alle forze dell’ordine. Ma la massa di gente fuori dalla zona arrivi ha creato non pochi problemi ai tanti passeggeri in arrivo e partenza dallo scalo. Molti hanno compreso la gioia nerazzurra, altri hanno protestato con veemenza perché bloccati nei parcheggi fino a tarda notte.

Anche sui social molti si sono lamentati: «Va bene il tifo, ma non si può bloccare per un’ ora e mezza l’ uscita dal terzo aeroporto italiano di tutti gli automezzi – scrive Antonio -. Non oso immaginare in caso di una seria emergenza. Le autorità di pubblica sicurezza devono assolutamente gestire e governare in ben altro modo».

Anche l’ex consigliere regionale bergamasco Giorgio Myallonier protesta su Facebook: «L’aeroporto non è Porta Nuova, dove anche se si blocca il traffico non succede nulla di grave, si tratta di una infrastruttura importante che deve essere accessibile. Le famiglie con bambini erano al freddo ad aspettare i taxi che non potevano entrare in aeroporto, le navette che non partivano e gli shuttle per Milano bloccati. Tutto questo non per venti minuti, ma per un ora e mezza. Io sono rimasto 50 minuti ma in tanti erano lì da molto più tempo. C’erano stranieri appena atterrati che hanno ricevuto questa bella accoglienza e (immagino) gente che doveva partire ed è rimasta bloccata».

«Complimenti alla squadra... peccato non si siano rispettate le esigenze dei viaggiatori rimasti bloccati sia nelle partenze che nei rientri - commenta Antonella -. personalmente sono rimasta bloccata per un ora mezza sul pulmino del Parking.... e altri al freddo ed a piedi con bambini. Chi ha perso il volo. Solo per assecondare e non andare contro il tifo della squadra locale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA