Omicidio Yara, respinto il ricorso alla Corte europea di Bossetti
Gli avvocati di Bossetti

Omicidio Yara, respinto il ricorso
alla Corte europea di Bossetti

La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha deciso di ritenere inammissibile il ricorso dei legali di Massimo Bossetti contro la sentenza di ergastolo inflittagli per l’omicidio di Yara Gambirasio. I legali: «Puntiamo alla revisione del processo».

La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha deciso di ritenere inammissibile il ricorso dei legali di Massimo Bossetti contro la sentenza di ergastolo inflittagli per l’omicidio di Yara Gambirasio. Lo ha comunicato la trasmissione Quarto Grado, che venerdì sera ha dato la notizia.

«Terminano così i quattro gradi di giudizio per il caso iniziato il 26 novembre 2010, giorno della scomparsa della tredicenne di Brembate di Sopra (Bergamo), il cui corpo senza vita è stato ritrovato il 26 febbraio 2011 – si legge in una nota – Massimo Bossetti è stato condannato, dopo tre gradi di giudizio, il 12 ottobre dello scorso anno, al carcere a vita».

L’avvocato di Bossetti, Claudio Salvagni, ospite in studio, ha dichiarato: «Ovviamente una sentenza positiva della Corte Europea dei Diritti dell’uomo sarebbe stata la più grande soddisfazione per noi avvocati che abbiamo sempre protestato per una violazione giuridica di questo processo. Però non cambia nulla perché la strada maestra rimane comunque la revisione...»


© RIPRODUZIONE RISERVATA