«On The Road» si ferma per la pandemia Provenzi nuovo presidente

«On The Road» si ferma per la pandemia
Provenzi nuovo presidente

«Scelta inevitabile. Il progetto riprenderà appena possibile». Provenzi nuovo presidente, Bassi onorario: il grazie dell’associazione

Un anno fa, come oggi, era nel vivo la 12esima edizione del progetto On The Road, promosso dall’omonima associazione bergamasca, presentato anche l’anno scorso al Pirellone, sede del Consiglio di Regione Lombardia. Il progetto educativo - che vede coinvolte numerose istituzioni, Comuni, Comandi di polizia locale, Forze dell’Ordine, scuole, università e diverse realtà legate al soccorso e all’emergenza del Nord Italia - questa estate si è fermato.

Lo “stop” è stato deciso e comunicato ai partecipanti in pieno lockdown, ad aprile, mentre era in corso l’organizzazione della 13esima edizione che «riprenderà il prima possibile» assicura Egidio Provenzi, neo presidente (in precedenza già vicepresidente) dell’omonima associazione socio educativa. Ad eleggerlo - chiamata a votare per il rinnovo delle cariche - è stata l’assemblea, celebratasi nei giorni scorsi. Che ha deciso di conferire all’unanimità la “presidenza onoraria” a Giancarlo Bassi, presidente e punto di riferimento per anni dell’associazione fondata nel 2012 e inizialmente condotta da Giovanni Vinciguerra.

«A loro, indistintamente, per l’impegno e la dedizione dimostrate, va il grazie più sentito da parte di tutti i soci e degli oltre 600 studenti che in questi anni hanno preso parte al progetto decidendo poi di mettersi a servizio e disposizione dell’associazione per l’organizzazione e la conduzione dell’esperienza educativa che nelle ultime edizioni dalla Bergamasca si è estesa anche alle province di Brescia, Milano e Sondrio fino ad arrivare a Livigno dove lo scorso inverno si è tenuta l’edizione invernale che ha visti coinvolti una quindicina di giovani partecipanti» dichiara Alessandro Invernici, portavoce e vicepresidente dell’associazione Ragazzi On The Road, ideatore del format educativo nato dalla condivisione e sensibilità della prevenzione stradale con l’agente Giuseppe Fuschino.

I ragazzi di Livigno, così come i coetanei delle varie province, hanno preso parte all’iniziativa unica nel suo genere in Italia vivendo alcuni giorni sul campo nei panni della polizia locale, delle Forze dell’Ordine e dei soccorritori sanitari, capendo l’importanza dei rischi sulla strada, ma anche sulle piste da sci. L’associazione, in un comunicato, aveva sottolineato come «l’inevitabile sospensione – a data da destinarsi – della 13esima edizione del progetto “On The Road”, che si sarebbe dovuta tenere dal 15 giugno al 5 luglio, è motivata dalle restrizioni in essere per la pandemia. Un affettuoso e riconoscente pensiero va a chi è stato chiamato ad affrontare e gestire l’emergenza e a chi ancora sta soffrendo ed è nel lutto per la morte di uno o più cari per le complicazioni da Covid-19.

L’auspicio è di poterci risollevare al più presto più forti e sicuri di prima per continuare anche la nostra missione comune, che più che mai acquista valore. Per i giovani e la loro incolumità. Questa emergenza, del resto, ci ha fatto comprendere ancora di più quanto vale la vita e l’importanza di preservarla in sicurezza».

L’associazione Ragazzi On The Road, sostenuta nella sua missione in particolare da UniAcque, continua ad essere vicina in particolar modo alle Istituzioni e a chi sta continuando a operare per far fronte a questa pandemia: pensiamo specialmente agli operatori del Numero Unico di Emergenza 112, ai medici, infermieri, soccorritori, alle Forze dell’Ordine, a Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Polizia Locale, Esercito, Protezione Civile e molti altri ancora. A loro - con un particolare pensiero all’Ospedale Papa Giovanni XXIII e ai suoi operatori tra cui il loro cappellano e nostro assistente spirituale Fra Mauro Mariani, detto “Fra Road” - vanno il nostro abbraccio e la nostra vicinanza. Le attività educative intraprese dai giovani protagonisti nelle varie edizioni del progetto #Ragazziontheroad sono visibili sul sito (www.ragazziontheroad.it) e sui profili social ufficiali dell’associazione: Facebook “Ragazzi On The Road”, Twitter “@OnRagazzi”, Instagram “@ragazziontheroad” e sul canale YouTube “Ragazzi OnTheRoad”.

notte on the road

notte on the road


© RIPRODUZIONE RISERVATA