Operaio muore a 5 giorni dall’infortunio Casirate, lascia la moglie e due figli

Operaio muore a 5 giorni dall’infortunio
Casirate, lascia la moglie e due figli

L’incidente lunedì pomeriggio in una ditta di dolciumi di Treviglio, sabato il decesso al Niguarda.

A distanza di cinque giorni dall’infortunio sul lavoro nel quale era rimasto coinvolto, è deceduto sabato mattina all’ospedale Niguarda di Milano Arjan Cekani, 40 anni, albanese di Casirate, rimasto gravemente ferito a un braccio mentre lavorava a una sfogliatrice, in una ditta dolciaria trevigliese.

Il quadro clinico dell’operaio era ritenuto critico dai medici della Terapia intensiva fin da lunedì mattina, giorno del ricovero. Qui il 40enne era stato sottoposto a un delicato e lungo intervento chirurgico per scongiurare l’amputazione del braccio destro, devastato dal macchinario nel quale era rimasto incastrato: a rendere ancor più critica la situazione, anche le conseguenze dell’arresto cardiaco che l’uomo aveva subito durante le prime fasi dei soccorsi, al quale avevano però posto rimedio i medici del 118 sul luogo dove si era verificato l’incidente lavorativo. L’uomo lascia la moglie e due figli. Arjan era arrivato in vent’anni fa in Italia, poi una vita di sacrifici per dare un futuro alla famiglia.


Leggi di più acquistando a 0.99 euro la copia digitale del 3 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA