Ore 12, in Veneto affluenza del 21% Lombardia ferma al 10, Bergamo è prima

Ore 12, in Veneto affluenza del 21%
Lombardia ferma al 10, Bergamo è prima

Alle urne prima i veneti dei lombardi. E se a Milano si registra per le 12 l’affluenza più bassa della Lombardia, Bergamo è il capoluogo con la maggiore affluenza nella mattinata di domenica 22 ottobre.

«Alle 12 ha votato il 21.1% degli elettori veneti aventi diritto. Nelle due precedenti consultazioni referendarie, quella del 4 dicembre scorso sulla Riforma Costituzionale e quella del 17 aprile dello scorso anno sulle Trivellazioni avevano votato rispettivamente il 24 e il 10.3% degli elettori residenti in Veneto»: lo ha rilevato il presidente del Consiglio regionale veneto Roberto Ciambetti dopo l’elaborazione dei flussi fatta dall’Osservatorio regionale diretto dal professor Paolo Feltrin. «È da notare, comunque - sottolinea -, che il dato odierno di afflusso non è facilmente analizzabile con i precedenti in quanto nel computo totale degli aventi diritto figurano anche i cittadini veneti residenti all’estero ma iscritti all’Aire, e che quindi possono esercitare il diritto di voto solo presentandosi di persona al seggio elettorale in Veneto in cui sono iscritti: di questi elettori il Ministero degli Interni nelle precedenti consultazioni (Referendum e Elezioni Nazionali) fornisce solo il dato relativo all’affluenza totale di tutti gli italiani residenti all’estero, senza distinzione regionale. Indicativamente questi elettori pesano nel calcolo complessivo per circa l’8,5%».

Lombardia ferma intorno al 10%. Alle 12 l’affluenza più alta tra le province lombarde chiamate a votare al referendum per l’autonomia della Lombardia si è registrata a Bergamo, con il 14,54%, la più bassa nella città metropolitana di Milano con l’8,64%. Seguono Lecco (13,45%), Brescia (12,81%), Cremona (11,92), Como (11,74), Sondrio (11,67%), Varese (11.02%), Monza (10,92%), Mantova (10,74), Pavia (9,87) e Lodi (9,57%).

Ora è atteso alle 19 il prossimo dato dell’affluenza per il referendum sull’autonomia, poi alle 23, dopo la chiusura dei seggi. Al momento, non sono segnalati problemi nelle modalità di votazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA