A Bergamo è primavera: 19 gradi «Record, ma ora torna il freddo»

A Bergamo è primavera: 19 gradi
«Record, ma ora torna il freddo»

Secondo gli esperti di Epson Meteo.it questa fase anomala avrà però breve durata.

Battuti record storici di temperatura per il mese di dicembre, grazie a un’ondata anomala di caldo: alle ore 14 sono stati registrati 21 gradi a Genova, complice la Tramontana, e 19 a Bergamo. E a Milano, con 20 gradi, è stato eguagliato il record storico del 1979 per il capoluogo lombardo. È quanto rilevano i meteorologi del Centro Epson Meteo che però avvertono che da mercoledì e fino a venerdì si attende un forte calo delle temperature, fino a 10 gradi in alcuni casi.

«Dopo un Natale mite e un Santo Stefano con temperature decisamente anomale per il periodo, con 15 gradi registrati a 1000 metri di quota - spiegano i meteorologi -, la giornata di martedì 27 sta vedendo infranti record storici di temperatura per il mese di dicembre». Alla massa d’aria mite che da giorni interessa l’Italia, spiegano gli esperti, si stanno «sommando al Nordovest gli effetti del vento di Foehn: il risultato è un clima primaverile con un cielo terso e azzurro. A Milano Linate alle ore 14 sono stati registrati ben 20 gradi, un valore superiore alle medie stagionali di 14,3 gradi: è stato dunque eguagliato il record storico per il mese di dicembre, relativo alle temperature massime della serie del 1979». È un andamento decisamente anomalo se si pensa che appena due anni fa Milano era addirittura imbiancata dalla neve in questi giorni.

Le temperature sono insolitamente elevate anche in altre grandi città: alle ore 14 a Torino sono stati raggiunti 15 gradi, a Bolzano 16. Secondo gli esperti di Epson Meteo.it questa fase anomala avrà però breve durata: «Nei prossimi giorni le temperature caleranno in modo sensibile soprattutto sulle regioni del medio Adriatico e al Sud, ma il calo si avvertirà anche nelle zone interessante da questa “primavera di dicembre”, con i valori che torneranno più in linea con la stagione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA