Orio, utili 2018 vicini a quota 13 milioni «Mitigazioni ambientali, nuovo bando»

Orio, utili 2018 vicini a quota 13 milioni
«Mitigazioni ambientali, nuovo bando»

L’intervista al presidente Sacbo, Roberto Bruni: «Pronti 4 milioni, stiamo lavorando su più fronti per ridurre il disagio».

Orio non ha fatto 13. Per un pelo. Ma ha fatto i numeri anche quest’anno. Il 2018 si chiuderà sfiorando quota 13 milioni di passeggeri e, dalle prime anticipazioni della bozza di bilancio consuntivo, gli utili Sacbo sono appena sotto quota 13 milioni di euro. Lo spiega Roberto Bruni, presidente della società che gestisce l’aeroporto che annuncia crescita moderata anche per il 2019. «Nel budget abbiamo inserito circa 13 milioni e 300 mila passeggeri» conferma.

Non teme che la pazienza del territorio sull’ impatto ambientale sia al limite?

«Ci sono sicuramente dei problemi, ma a volte ho l’impressione che la percezione sia meno aspra di quanto rappresenta qualche amministratore. Stiamo comunque lavorando su diversi fronti: un nuovo bando per mitigazioni da 4 milioni di euro, la verifica delle procedure di decollo sulle quali però Enac ha manifestato perplessità e la riduzione dei voli programmati nella fascia notturna. Vorrei però ricordare che gli aerei di Ryanair hanno la loro base a Orio, ed è qui che comunque devono tornare la sera».


Leggi l’intervista sul futuro dello scalo di Orio al Serio acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 28 dicembre 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA