Parco dei Colli, più aree verdi  No alla Tangenziale Sud, sì al tram
Il monastero di Valmarina, sede del Parco dei Colli di Bergamo

Parco dei Colli, più aree verdi

No alla Tangenziale Sud, sì al tram

Presentato ai dieci Comuni interessati il nuovo Piano territoriale di coordinamento. Meno agricoltura e più aree verdi ma niente Tangenziale Sud e strategica invece la tranvia.

È stato presentato martedì 3 luglio nella sede di Valmarina e mercoledì a Villa d’Almè e Torre Boldone ai cittadini dei dieci Comuni che compongono il Parco dei Colli il nuovo Piano territoriale di coordinamento del Parco dei Colli di Bergamo. Il Piano – ora in fase di Valutazione ambientale strategica con la possibilità concessa ai cittadini di presentare osservazioni – sarà inviato entro fine anno in Regione per l’autorizzazione definitiva entro l’estate 2019. Accorpa tutti i piani settoriali precedenti (nuclei abitativi, agricolo, forestale e tempo libero), si aggiorna agli adempimenti di legge con il piano paesistico regionale e semplifica la normativa esistente.

Leggi di più acquistando a 0.99 euro la copia digitale del 5 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA