Partono i lavori per il viadotto Una corsia in meno ed è già coda
I lavori per il consolidamento del viadotto di Boccaleone (Foto by Bedolis)

Partono i lavori per il viadotto
Una corsia in meno ed è già coda

In vigore il restringimento della carreggiata e il limite dei 40 chilometri all’ora per il consolidamento dopo il crollo dei calcinacci. Ordinanza fino al 2020.

Sono partiti mercoledì 10 luglio i lavori per il consolidamento del viadotto di Boccaleone. E con gli operai e i macchinari in azione si sono create le prime code, subito dopo la rotonda delle valli e fino al superamento del sovrappasso, all’altezza dell’istituto Quarenghi.

Da ieri si procede con il restringimento della carreggiata e con un limite massimo, introdotto dalla Polizia locale, di 40 km all’ora. I lavori riguardano il tratto compreso tra via Rosa e Boccaleone, il primo dei due lotti (da 800 mila euro ciascuno) previsti dal Comune di Bergamo per mettere in sicurezza il sovrappasso, dopo che, nell’autunno 2016 caddero dei pezzi di calcinaccio (episodio ripetutosi lo scorso anno).

La buona notizia è che per tutta la durata del cantiere, la viabilità sarà garantita su entrambi i sensi di marcia, gli operai lavoreranno con il solo restringimento delle carreggiate. Non si lavorerà però di notte, perché sarebbe troppo pericoloso per gli operai, data la velocità con cui le auto percorrono la circonvallazione.

Le modifiche alla viabilità sono state introdotte con un’ordinanza della Polizia locale che ha previsto delle novità sia sopra che sotto il viadotto. Sulla circonvallazione Mugazzone (quindi sul sovrappasso) è consentita una velocità massima di 40 km all’ora per tutti veicoli. Gli operai lavoreranno su entrambi i versanti, ragion per cui l’ordinanza scadrà il 6 gennaio 2020.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo dell’11 luglio 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA