Reagisce e picchia quattro agenti Bergamo, 26enne finisce in manette

Reagisce e picchia quattro agenti
Bergamo, 26enne finisce in manette

La Polizia di stato ha arrestato un nigeriano che ha reagito e ferito gli agenti che gli avevano chiesto i documenti per l’identificazione.

L’episodio è avvenuto il 21 agosto scorso quando il personale delle volanti della Questura di Bergamo ha arrestato un ragazzo nigeriano di 26 anni per violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Gli agenti erano intervenuti alla stazione di Bergamo per la segnalazione di un’aggressione ai danni di un nigeriano che poi non ha sporto denuncia. Gli agressori erano altri tre connazionali. Gli agenti sono riusciti a fermarne due, mentre il terzo è riuscito a dileguarsi.

Durante il controllo dei documenti i due si sono subito dimostrati insofferenti e constatato che i documenti in loro possesso non erano validi ai fini del riconoscimento, hanno deciso di portarli in Questura. All’atto di condurli verso l’auto di servizio, il 26enne ha cominciato a sbracciare e scalciare con violenza per allontanare gli agenti. Lo stesso atteggiamento aggressivo lo ha avuto durante le operazioni di fotosegnalazione. A questo punto gli agenti hanno provveduto ad arrestarlo.

Il giorno successivo si è svolto il processo per direttissima. Il giudice ha deciso di convalidare il fermo in attesa del nulla osta per l’espulsione.

Quattro gli agenti che hanno riportato lesioni durante l’operazione: uno ha avuto 20 giorni di prognosi, altri due hanno 10 e uno 4 giorni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA