Redditi dei bergamaschi in Regione  Bruni «Paperone», Sorte secondo
Il grattacielo Pirelli a Milano, sede della Regione Lombardia

Redditi dei bergamaschi in Regione

Bruni «Paperone», Sorte secondo

Le cifre dei politici bergamaschi al Pirellone. Primo posto per l’ex sindaco di bergamo Roberto Bruni con 284 mila euro annui, secondo l’assessore Alessandro Sorte che supera i 157 mila.

È ancora Roberto Bruni il Paperone dei bergamaschi eletti in Consiglio regionale. Capogruppo del Patto civico al Pirellone, ex sindaco di Bergamo e avvocato, ha dichiarato 284.085 euro, circa 20 in più rispetto all’anno precedente. Nella classifica generale, però, il più ricco è l’assessore allo Sviluppo economico, Mauro Parolini, con un reddito di 386 mila euro. Il presidente della Regione, Roberto Maroni, dichiara 109 mila euro, mentre quello del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo 111 mila.

Subito dietro l’ex sindaco viene l’assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità, Alessandro Sorte, con 157.441 euro, una Mercedes Cla e una Bmw 520. Originario di Treviglio, Sorte ha 32 anni ed è assessore da due anni. Rispetto all’anno scorso ha incrementato il suo reddito di circa 3 mila euro. Per il gradino più basso del podio c’è stato un testa a testa tra due donne: la consigliera leghista Silvana Saita e l’assessore regionale all’Ambiente, Claudia Terzi (sempre in quota Lega). Alla fine l’ha spuntata la prima, ex sindaco di Seriate, che ha denunciato 114.886 euro, in linea con il 2014. Terzi invece, 42 anni, originaria di Osio Sotto ma residente a Dalmine (è stata anche sindaco) ha dichiarato 114.818 euro.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 24 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA