Referendum, come e dove si vota
Chiamati alle urne 820.655 bergamaschi

È il giorno del referendum costituzionale. Gli italiani sono chiamati alle urne per approvare o respingere la riforma della Costituzione approvata dal Parlamento.

Referendum, come e dove si vota Chiamati alle urne 820.655 bergamaschi

Se siete ancora indecisi, abbiamo spiegato a fondo la riforma con uno speciale pubblicato ieri e cui si può accedere cliccando qui.Oggi i seggi aprono alle 7 e chiudono alle 23. Per votare è necessario presentare un documento di identità - carta di identità, patente o passaporto – e la propria tessera elettorale. Nel caso in cui si abbia la scheda elettorale valida ma la carta d’identità scaduta, ci si può presentare alle urne con la patente di guida o con il passaporto (in corso di validità). E nel caso in cui la tessera elettorale sia stata smarrita o non abbia più spazi liberi per i timbri o sia irrimediabilmente rovinata, si potrà chiedere una nuova tessera agli uffici comunali che saranno aperti al pubblico sabato 3 dicembre, dalle ore 9 alle ore 18, e domenica 4 dicembre per tutta la durata delle operazioni di voto (dalle 7 alle 23).

Il quesito, su cui non sono mancate polemiche, è: «Approvate voi il testo della legge costituzionale concernente “Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione” approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016?». Si dovrà rispondere con un segno su Sì, se si vuole approvare la riforma, oppure sul No per respingerla.

Per quanto riguarda Bergamo è bene ricordare che alcuni seggi sono stati chiusi. Si tratta di una scelta dell’amministrazione per razionalizzare i costi della macchina organizzativa che pesa sulle casse di Palazzo Frizzoni per circa 300mila euro. Da 109 i seggi sono passati a 103: non si vota alle elementari Rodari di via Sylla (seggi accorpati alla Diaz di via Cadorna), alla Savoia di via Goldoni (accorpata ai seggi della Scuri di via dei Galliari) e alla Muzio di via San Pietro ai Campi (si vota alla Calvino di via Azzano). Sono chiamati alle urne 820.655 bergamaschi. Questo è il dato totale provinciale degli aventi diritto al voto, di cui 417.828 donne e 402.827 uomini, con 965 seggi aperti. In città gli aventi diritto al voto sono 86.067 (46.386 donne, 39.681 uomini) spalmati su 103 seggi (di cui 4 volanti) e 8 speciali (ad esempio in carcere o negli ospedali). Di questi, 1.103 voteranno per la prima volta, perché neo diciottenni.

http://www.ecodibergamo.it/videos/video/referendum-quando-si-vota-e-perche_1029204_44/

© RIPRODUZIONE RISERVATA