Rischio insetticida nelle uova  Tre controlli in Bergamasca
Le uova sono tracciabili, grazie a codici sul guscio. Ma si allarga il timore di contaminazioni (Foto by Foto Colleoni)

Rischio insetticida nelle uova

Tre controlli in Bergamasca

I prelievi sono stati richiesti dal Ministero nella Bergamasca. L’Ats: sono stati effettuati su uova e su ovoprodotti.

Il Fipronil, l’insetticida per eliminare parassiti da cani e gatti ma pericoloso per l’uomo, prodotto in Belgio e trovato nelle uova di Belgio, Paesi Bassi, Germania, Francia, Germania, Danimarca è comparso anche in Italia. Dopo due campioni positivi individuati a Roma e ad Ancona, in Lombardia è stata bloccata una partita di omelette surgelate, denominate «Atsuyaki Tamago» e distribuite dall’azienda tedesca Kagerr.

A Bergamo, intanto, sono stati effettuati i controlli predisposti dal Ministero della Salute: nel dettaglio le verifiche a campione, decise a Roma, per il territorio orobico sono state tre. E ora bisogna attendere i risultati, che non saranno immediati. «Su disposizione del Ministero sono stati effettuati nei giorni scorsi due controlli a campione su uova con guscio in due centri della provincia di Bergamo, e uno invece su ovoprodotti sgusciati in un’azienda sempre bergamasca – specifica Camillo Gandolfi, direttore del Servizio Igiene degli alimenti di origine animale dell’Ats, Agenzia di tutela della salute, di Bergamo – . Oltre a questi controlli, va specificato che abbiamo effettuato anche verifiche per conto dell’Uvac, ovvero gli uffici per gli adempimenti comunitari per quanto riguarda le carni di pollame soggette a scambio commerciale. Le campionature dei tre controlli sono ora all’Istituto di zooprofilassi di Teramo, in attesa delle analisi».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 23 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA