Ritrovato nel fiume Adda Dolore per il 26enne di Capriate
Tiziano Napolitano, 26 anni

Ritrovato nel fiume Adda
Dolore per il 26enne di Capriate

Il 26enne si era allontanato da casa venerdì e i familiari avevano dato l’allarme. Disposta l’autopsia della salma.

Lunedì verso mezzogiorno è stato trovato nell’Adda, a Concesa, frazione di Trezzo d’Adda, il corpo di Tiziano Napolitano. Il giovane ventiseienne si era allontanato venerdì sera dalla sua abitazione di Capriate San Gervasio. Le ricerche soprattutto nel fiume a Trezzo d’Adda e a Crespi erano iniziate sabato pomeriggio e sono continuate domenica e lunedì mattina con l’impiego di sommozzatori, l’elicottero dall’aeroporto della Malpensa, i nuclei speciali del Saf (Speleo alpino fluviale) di Bergamo e Como, le Protezioni civili di Trezzo e Capriate e i carabinieri delle due stazioni.

Mancava poco a mezzogiorno quando i vigili del fuoco della caserma di Dalmine e del distaccamento di Madone stavano ispezionando gli sbarramenti in località Concesa. Grazie alla segnalazione di un passante è stato possibile individuare il corpo: era in prossimità delle paratie dello sbarramento. Subito si è provveduto al recupero con la collaborazione dei sommozzatori.

Infatti per tutta la mattina i sommozzatori di Milano e i vigili del fuoco del Saf di Bergamo e delle caserme di Dalmine e Madone hanno scandagliato il fiume e perlustrato le sponde milanese e bergamasca. Dopo il ritrovamento, i carabinieri di Capriate e di Trezzo hanno allertato i famigliari. A Concesa sono arrivati gli zii e una sorella che hanno provveduto al riconoscimento della salma e informato i genitori. Il pubblico ministero ha disposto l’esame autoptico, che verrà eseguito a Milano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA