«Rondò A4, serve una galleria» Un lettore lancia l’idea, dite la vostra
Lo schema della galleria a «Y» proposta dal lettore

«Rondò A4, serve una galleria»
Un lettore lancia l’idea, dite la vostra

Negli ultimi giorni si sono riaccesi i riflettori sulla pericolosa rotatoria al casello autostradale di Bergamo. In una lettera alla redazione Roberto Vaccarini propone una possibile soluzione e ci manda anche un’immagine.

«Finalmente si torna ad affrontare seriamente il tema della rotonda all’uscita del casello dell’A4 di Bergamo – scrive Roberto –, mi permetto di mandarvi una mia idea, sicuramente non economica ma credo risolutiva di tutti i problemi di quella zona. Premetto che non sono un tecnico e l’idea è venuta osservando la carta geografica di quella zona e conoscendo per esperienza diretta i flussi di traffico che insistono sulla rotatoria».

Per risolvere il problema, secondo il lettore, «è necessario che chi esce dal casello, se deve entrare a Bergamo da via Autostrada o dirigersi verso la bassa Val Seriana e Brembana, non si immetta sulla rotatoria». Sul rondò secondo Roberto deve passare «solo il traffico di chi deve andare verso Campagnola, Colognola e Dalmine: per raggiungere questo scopo la soluzione è scavare una galleria a Y dall’uscita dell’A4, indicativamente larga quanto 6 caselli all’ingresso e due corsie all’uscita, con un ramo che porti direttamente all’innesto di via Autostrada e l’altro che sbuchi dopo la rotonda di Campagnola immettendosi sulla circonvallazione Mugazzone».

Per risparmiare ed aumentare la sicurezza, secondo il lettore, «la galleria dovrebbe essere a senso unico in uscita dal casello, la rotatoria attuale rimarrebbe per l’ingresso in A4 e per chi deve dirigersi verso Orio, Seriate, ecc. Questa soluzione ridurrebbe il traffico sulla rotatoria facilitando anche l’immissione di chi proviene dalla tangenziale riducendo quindi anche le code che si creano tutti i giorni fra Seriate e Bergamo».

«Purtroppo – aggiunge Roberto –ritengo che non sia possibile eliminare completamente l’incrocio a raso fra chi è sulla rotatoria e deve dirigersi verso Orio e l’uscita del casello, a meno di non obbligare chi deve recarsi a Campagnola ad usare la tangenziale, ma questa scelta potrebbe creare notevoli disagi all’incrocio dove si trova la chiesa di Campagnola a causa del notevole aumento di traffico che comporterebbe, l’incrocio risulterebbe comunque meno trafficato e potrebbe essere a questo punto regolato come le normali rotatorie».

«Due interventi per risolvere i problemi di quell’area dovrebbero essere affrontati e pagati dalla società Autostrade per l’Italia, eliminando la strozzatura che si trova subito dopo il casello in entrata e che causa tutte le mattine lunghe code e spesso lievi incidenti a causa dell’imbuto che in 50 metri porta le corsie da 6 a 1 in direzione Milano, e il raddoppio del cavalcavia che chi proviene da Milano deve percorrere per uscire a Bergamo. L’attuale larghezza crea un imbuto che causa code anche in autostrada, sarebbe interessante inoltre sapere se l’attuale cavalcavia è stato recentemente oggetto di qualche verifica tecnica perché passandoci sotto non sembra essere molto in forma. Tutte le ipotesi che ho fatto naturalmente devono essere prima verificate con un attenta e scientifica analisi dei flussi di traffico per trovare la soluzione migliore».


© RIPRODUZIONE RISERVATA