Rubata la statuetta della Madonna sotto il rifugio Benigni, è la seconda volta
L’edicola senza più la statua

Rubata la statuetta della Madonna
sotto il rifugio Benigni, è la seconda volta

La denuncia degli alpini: è la seconda volta. «Pronti a realizzarne una nuova, magari in acciaio»

Un furto o un atto vandalico? La sostanza del fatto va appurata, sta di fatto che per la seconda volta è sparita la statuetta della Madonna che nel 2012 era stata posta in una piccola edicola in pietra posta ai bordi del sentiero che percorre il canalino che porta al rifugio Benigni, in quel di Ornica.

Hans Quarteroni, ornicese, appartenente al locale gruppo alpini e coordinatore della zona 8 della sezione di Bergamo dell’Ana, racconta: «Della sparizione della statuetta della Madonna mi ha dato notizia Giorgio Donadoni, che si è accorto del furto nei giorni scorsi. Giorgio Donadoni aveva realizzato la piccola edicola nella quale era stata posta la Madonnina nel 2012 in occasione del passaggio della manifestazione Camminaorobie del Cai di Bergamo che aveva collaborato alla realizzazione del tempietto con gli alpini di Ornica e l’associazione Valbrembanaweb.

Mi è stato riferito che medesimo furto sia stato perpetrato pure ad una piccola tribulina posta al passo di Salmurano. È il secondo furto. Il primo era avvento neppure una quindicina di giorni dopo l’inaugurazione ed era stato decisamente un atto vandalico, perché l’effigie della Vergine era stata trovata nei giorni seguenti frantumata in un dirupo accanto al quale corre il sentiero. La sacra effigie era stata così sostituita con una nuova in vetroresina offerta dall’amico Gino Galizzi di Valbrembanaweb (fotografo collaboratore de L’Eco di Bergamo), scomparso di recente, che ogni anno tornava a far visita alla Madonnina a cui era devoto».

Continua Hans Quarteroni: «Ora il nuovo furto, ma se c’è qualcuno che pensa che gli alpini accettino questo affronto si sbaglia. Il nostro capogruppo Luciano Quarteroni ha già convocato un gruppo di collaboratori per studiare il da farsi. La prima statuina era in gesso, la seconda in vetroresina, la terza la si farà se è il caso anche in acciaio e non sarà più facilmente sottraibile Quando? Dateci il tempo di organizzare l’operazione».n 


© RIPRODUZIONE RISERVATA