Schianto del bus, chiusa l’inchiesta «Omissioni Sab per risparmiare soldi»

Schianto del bus, chiusa l’inchiesta
«Omissioni Sab per risparmiare soldi»

Per la morte di Luigi Zanoletti, 14 anni, sono indagati l’autista per omicidio stradale e il presidente del Cda e due responsabili della sicurezza per cooperazione in omicidio colposo.

Cinque indagati, due ipotesi di reato , un illecito amministrativo. Omicidio stradale per Aliou Gningue, l’autista. Cooperazione in omicidio colposo per i dirigenti della Sab Angelo Costa, Massimo Gandini e Moraldo Bosini. Violazione della legge 231 sulla responsabilità amministrativa degli enti per la Sab, persona giuridica. A quasi cinque mesi dalla tragedia di Gazzaniga, lo scontro tra due autobus in stazione che il 28 settembre provocò la morte del 14 enne Luigi Zanoletti e gravi ferite a Paolo Marzupio e Simone Bigoni, l’inchiesta della Procura è chiusa. Gningue, scrive il pm Giancarlo Mancusi nell’avviso di conclusione delle indagini, «provocava la collisione con l’autobus di linea Ma AG A20 con conseguente decesso di Luigi Stefano Zanoletti per colpa, consistita in imprudenza e negligenza, immettendosi sul piazzale della stazione degli autobus a velocità sostenuta».


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 19 febbraio 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA