Scuola, la Lombardia in cattedra Boom di doti merito: più 30 per cento

Scuola, la Lombardia in cattedra
Boom di doti merito: più 30 per cento

«Abbiamo il record di studenti eccellenti, ragazzi che hanno conseguito il massimo nei risultati scolastici, sia nelle classi di passaggio che negli esami di Stato»

«A loro la Regione assegna premi di assoluta rilevanza con la Dote Merito: apprendimenti esperienziali in tutto il mondo con la possibilità di conoscere e vivere destinazioni come San Francisco, Miami e Cuba». È orgogliosa Valentina Aprea, assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Lombardia, quando parla dei «suoi»studenti. «Nell’anno scolastico 2015-2016 - è entrata nel dettaglio l’assessore Aprea - gli studenti delle superiori beneficiari sono stati 1.772, con un decisivo incremento (più 30%) rispetto al 2014 quando furono 1.363. In particolare, sono 234 i ragazzi e le ragazze che hanno conseguito il 100 e lode, 117 gli alunni che si sono diplomati con 100 al termine dei percorsi di Istruzione e Formazione professionale (Iefp) e 1.421 gli studenti del terzo e quarto anno che hanno terminato l’anno scolastico con la media del 9 o 10». A questi ultimi sono stati assegnati 500 euro per l’acquisto di materiale didattico, mentre chi ha ottenuto 100 e Lode o 100 (235 alunni) ha potuto usufruire di un bonus di 3.000 euro nel caso abbia scelto il viaggio extraeuropeo o di 1.500 se ha preferito l’Europa, scelta compiuta da 76 ragazzi. In 40 hanno scelto come destinazione l’Italia e hanno ricevuto una «dote» di 1.000 euro.

L’assessore Aprea ha sottolineato gli esiti positivi ottenuti con la misura «Garanzia giovani» sull’alternanza scuola-lavoro: «Gli ultimi dati disponibili ci dicono che su un totale di 74.278 persone “prese in carico”, 66.485 sono stati attivati nel mercato del lavoro: tra questi 32.451 con contratti di tirocinio, 17.641 con un tempo determinato, 7.843 con un apprendistato e 8.550 con tempo indeterminato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA