Sicurezza, i controlli elettronici In Bergamasca 1.800 telecamere fisse

Sicurezza, i controlli elettronici
In Bergamasca 1.800 telecamere fisse

Solo negli ultimi quattro anni ne sono state installate 500. Ma sarebbero ancora più utili se venissero connesse a un unico server accessibile direttamente per le Forze dell’ordine.

Il territorio nella Bergamasca è sempre più sotto il controllo del «Grande fratello». Sono più di 500 le telecamere fisse che i Comuni negli ultimi quattro anni hanno potuto installare nei loro confini grazie ai finanziamenti della Regione. La loro utilità e importanza per tenere monitorato il territorio è quasi unanimemente riconosciuta. Ma per alcuni comandi di polizia locale potrebbero essere più utili se venissero connessi tutti a un unico server: un unico «cervellone» a cui le Forze dell’ordine, carabinieri in primis, potrebbero accedere direttamente, senza (come accade ora) dover avanzare richieste di autorizzazione ai singoli comandi di polizia locale che stanno gestendo sistemi di videosorveglianza sempre più complessi. Attualmente si contano in tutto 1.800 telecamere fisse di vario tipo nella Bergamasca (di cui 360 solo a Bergamo, il 20%).


Due pagine di approfondimento acquistando a 0,99 euro la copia digitale de «L’Eco di Bergamo» di sabato 15 febbraio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA