Sotto i binari, 360 tonnellate di tunnel Viene spinto mentre passa il treno - Video

Sotto i binari, 360 tonnellate di tunnel
Viene spinto mentre passa il treno - Video

Alla Trucca un cantiere davvero particolare: in quattro giorni viene spinto sotto i binari uno dei due sottopassi della pista ciclo pedonale. Guarda il video.

A sentire i muratori sembra un gioco da ragazzi: costruire un monolite da 360 tonnellate e spingerlo sotto la massicciata ferroviaria per farlo spuntare dalla parte opposta. E per non rendere il tutto troppo facile, farlo mentre sopra corre il treno a pochi centimetri di distanza. Con i passeggeri che nemmeno sospettano di passare sopra un ponte provvisorio. Un’impresa che richiede una preparazione chirurgica, coraggio e tanto sangue freddo. Perché non si possono sbagliare i tempi e perché di mezzo c’è una linea ferroviaria con misure di sicurezza straordinarie (e meno male).

Il monolite non è nient’altro che un sottopasso, ultimo tratto della nuova pista ciclopedonale lunga 500 metri che collega il parco di Loreto al nuovo ospedale: 1,5 milioni di euro come opera di compensazione per la costruzione dell’albergo da sei piani che sorgerà proprio lì accanto. Dieci giorni fa è stato completato il passaggio, molto critico, sotto la Briantea. A tempo di record. Ieri notte è toccato alla ferrovia.

Dentro al monolite

Dentro al monolite

Sono le 23.55 e Lorenzo suda nella cabina di un «caricatore strada rotaia». Guida il braccio escavatore in una spettacolare danza sui binari. Più preciso di un robot. «Aeee, aeee, aeee». La lingua è incomprensibile, ma gli addetti della Essen - il non plus ultra in questo genere di opere - sanno quello che fanno.

Non possono perdere nemmeno un minuto. Scavano, posano tutti gli elementi del ponte provvisorio per consentire il passaggio dei treni, e poi se ne vanno. Ogni notte, in ogni angolo d’Italia. Anche qui, alla Trucca, va tutto liscio.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 3 luglio 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA