Droga, sette fermati in Val Cavallina Beni personali in «pegno» per acquistarla

Droga, sette fermati in Val Cavallina
Beni personali in «pegno» per acquistarla

Centinaia le cessioni di cocaina accertate dai carabinieri. Interessati diversi comuni della bergamasca: Trescore Balneario, Montello, Bagnatica, Costa di Mezzate, Gorlago e Cenate Sotto.

Dalle prime luci dell’alba i carabinieri della Compagnia di Bergamo stanno dando esecuzione a 7 ordinanze di custodia cautelare, di cui 5 in carcere e 2 agli arresti domiciliari, nei confronti di altrettanti soggetti di nazionalità marocchina e tunisina, ritenuti responsabili di aver reiteratamente ceduto in concorso tra loro sostanze stupefacenti a numerosi assuntori nelle zone di Trescore Balneario, Montello, Bagnatica, Costa di Mezzate, Gorlago e Cenate Sotto.

I provvedimenti cautelari sono stati emessi dal Gip di Bergamo. Le indagini che si sono concluse lo scorso aprile, hanno permesso di far piena luce sull’attività criminale. Durante le indagini sono state evidenziate centinaia di cessioni: addirittura in alcuni casi gli acquirenti hanno speso migliaia di euro per acquisti che avvenivano anche più volte nel corso della settimana o addirittura più volte al giorno. Gli stessi assuntori, davano in pegno telefoni cellulari, beni personali e, in alcuni casi, anche prestazioni sessuali in cambio di una dose di cocaina. La maggior parte dei soggetti coinvolti nell’indagine è risultata essere senza fissa dimora e colpiti da espulsione dal territorio italiano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA