Strage al mercato, «Berlino nel cuore» Solidarietà dei commercianti orobici

Strage al mercato, «Berlino nel cuore»
Solidarietà dei commercianti orobici

I commercianti bergamaschi del «Villaggio di Natale, in piazzale Alpini a Bergamo, hanno esposto un cartello su ogni casetta di legno per manifestare solidarietà nei confronti delle vittime della strage di Berlino di pochi giorni fa.

Dodici persone sono morte e decine sono rimaste ferite in un attacco terroristico compiuto con un camion lanciato sulla folla. «I commercianti del Villaggio di Natale di piazzale Alpini – si legge sui fogli appesi su ogni casetta – esprimono solidarietà ai colleghi tedeschi e si uniscono al lutto delle famiglie delle vittime».

Anis Amri, il tunisino ricercato dalle autorità tedesche, è stato 4 anni in carcere in Italia ed era considerato una persona molto violenta. Dopo aver scontato la pena ha ricevuto un provvedimento di espulsione dal nostro paese. Provvedimento che, però, non è andato a buon fine perché le autorità tunisine non hanno effettuato la procedura di riconoscimento nei tempi previsti dalla legge. Lo si apprende da fonti investigative secondo le quali l’uomo ha successivamente lasciato l’Italia per la Germania.


© RIPRODUZIONE RISERVATA