Tocc insèma so i coi de Bèrghem - Foto La pioggia non ferma la camminata

Tocc insèma so i coi de Bèrghem - Foto
La pioggia non ferma la camminata

Nonostante la pioggia e il clima più autunnale che primaverile, la camminata è stata un ritrovo festoso: domenica 7 aprile si è svolta infatti la 38esima edizione della Camminata delle scuole cattoliche. Tre i percorsi proposti: 6, 12 e 18 chilometri adatti a famiglie e sportivi.

Circa 2.500 le persone che hanno aderito alla camminata non competitiva delle scuole cattoliche di Bergamo e provincia, organizzata da Agesc - Associazione genitori scuole cattoliche con la collaborazione dei gruppi sportivo e ricreativo dell’istituto Suore Orsoline di Somasca. Come di consueto, è stata composta da tre percorsi: 6, 12 e 18 chilometri tutti con partenza alle 8,45 dall’istituto delle suore Orsoline di Somasca a Bergamo, con ingresso da via Curie.

Erano presenti, fra gli altri, Walter Michieletto, presidente diocesano Agesc, l’assessore comunale all’Istruzione Loredana Poli e i genitori di Yara Gambirasio, che poi hanno incontrato il vescovo Francesco Beschi. Il via alla camminata è stato dato dal vescovo. «Con questa camminata voi rappresentate tutte le scuole cattoliche bergamasche — ha detto —. Nella nostra società, tentata dal chiudersi e dal fermarsi, con il vostro cammino testimoniate la gioia dello stare insieme fra genitori e figli, testimoniate i valori della scuola cattolica, ma anche affidate a chi incontrerete la vostra gioia e la vostra speranza».

Il programma della giornata è iniziato alle 7,30 con il ritrovo nel cortile della scuola e le ultime iscrizioni per tutti: la quota è stata di 6 euro per ogni partecipante e comprende una sacca personalizzata e un biglietto della sottoscrizione a premi (l’utile della manifestazione sarà devoluto in beneficenza e sosterrà i progetti delle scuole cattoliche). Alle 8,30 c’è stato un momento di saluto e la benedizione, poi tutti pronti a percorrere le vie di città bassa e alta.

La camminata è omologata dal comitato provinciale Csi di Bergamo e il percorso più lungo è consigliato ai marciatori, gli altri due alle famiglie. La chiusura della manifestazione è prevista alle 13, con il ritorno al luogo di partenza. Oltre all’attestato di partecipazione a tutti gli istituti, saranno consegnati due trofei Agesc: quello annuale per la scuola con maggior numero di partecipanti in proporzione alla propria popolazione scolastica e quello alla scuola con il maggior numero di partecipanti in assoluto. Inoltre saranno assegnati anche premi Csi: buoni acquisto agli istituti in base al numero di iscritti.

Le foto della camminata sono di Yuri Colleoni

Le foto della camminata sono di Yuri Colleoni

È stato riproposto il concorso fotografico, gratuito e aperto a tutti gli iscritti alla camminata. Tra un passo e l’altro, e solo durante la manifestazione, è possibile fare scatti che dovranno avere per soggetto i partecipanti nei luoghi toccati dai tre percorsi. Gli autori potranno presentare una sola foto in formato jpeg, non ritoccata o manipolata, e dovranno inviarla entro e non oltre il 7 maggio 2019 all’indirizzo e-mail [email protected], indicando nome e cognome. Una giuria di esperti valuterà le immagini sulla base della creatività e della qualità fotografica e chi vincerà riceverà una macchina fotografica digitale e vedrà il proprio scatto pubblicato sull’opuscolo della Camminata del 2020 e sul sito web del Comitato AGeSC di Bergamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA