Travolto da una tonnellata di zucchero Muore papà di 36 anni di Foresto

Travolto da una tonnellata di zucchero
Muore papà di 36 anni di Foresto

È stato travolto da alcuni sacchi di zucchero del peso di una tonnellata: un tragico incidente sul lavoro che ha causato la morte di Mattia Parmini di 36 anni, residente a Foresto Sparso.

La tragica vicenda risale al primo pomeriggio di giovedì 19 settembre a Paratico, all’interno della distilleria San Giorgio. L’uomo era un operaio, padre di due bambini, e le cause dell’incidente sono in corso di accertamento e al vaglio dei carabinieri della stazione di Capriolo.

In base alle testimonianze dei colleghi, che per primi hanno dato l’allarme, si sa solamente che gli operai della distilleria, non vedendolo sul posto di lavoro, preoccupati hanno cominciato a cercarlo. Lo hanno trovato così, con traumi gravissimi, sotto un grande cumulo di sacchi di zucchero che lo aveva schiacciato. Sul posto è intervenuta immediatamente un’autoambulanza medicalizzata ma, viste le gravi condizioni del ferito, i soccorritori hanno provveduto al suo trasporto all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove è deceduto in serata.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 20 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA