Trombe d’aria, monsoni, grandinate «Al Nord danni per milioni di euro»

Trombe d’aria, monsoni, grandinate
«Al Nord danni per milioni di euro»

Pioggia incessante nelle valli bergamasche, forte grandinata su Milano, una tromba d’aria nel Pavese. Sono solo gli ultimi significativi episodi di maltempo che hanno colpito la Lombardia nelle ultime ore.

Dopo il caldo dei giorni scorsi sono arrivate le perturbazioni che hanno fatto scattare l’allerta da parte della Protezione civile. Da codice giallo a codice arancione, a seconda dell’intensità del maltempo e della persistenza dei fenomeni. Giovedì pomeriggio, verso le 15, una forte grandinata si è abbattuta sui comuni dell’hinterland di Milano sud e su diversi quartieri della città: tetti scoperchiati e alberi sradicati. Gli agricoltori contano i danni, ingenti: «Siamo di fronte al moltiplicarsi di eventi estremi - sostiene la Coldiretti -con l’alternarsi di caldo anomalo, gelate e siccità, bombe d’acqua e grandinate violente. Una ulteriore dimostrazione della tendenza ai cambiamenti climatici con gli eventi estremi che hanno provocato in Italia danni alla produzione agricola nazionale, alle strutture e alle infrastrutture per un totale pari a più di 14 miliardi di euro nel corso di un decennio».

«Le precipitazioni - continua la Coldiretti - non hanno peraltro scalfito lo stato di grave siccità dei campi perché l’acqua per poter essere assorbita dal terreno deve cadere in modo continuo e non violento mentre gli acquazzoni aggravano i danni e pericolo di frane e smottamenti. L’allarme siccità riguarda in questo momento in Italia i 2/3 della superficie agricola nazionale interessando praticamente tutte le regioni anche se con diversa intensità con perdite ben superiori al miliardo secondo la Coldiretti che si estendono dagli ortaggi alla frutta, dai cereali al pomodoro, ma anche i vigneti e gli uliveti ed il fieno per l’alimentazione degli animali per la produzione di latte per i grandi formaggi tipici».


© RIPRODUZIONE RISERVATA