Ultimo giorno di scuola, si va in vacanza Studenti in relax, ma anche i docenti...

Ultimo giorno di scuola, si va in vacanza
Studenti in relax, ma anche i docenti...

Secondo un nuovo studio condotto dai docenti della City University London, le vacanze di Natale giocano un ruolo fondamentale nella prevenzione dell’esaurimento nervoso e del crollo psicologico degli insegnanti. Ed effettivamente non fa male una pausa...

Lo studio suggerisce alcuni utili consigli che potrebbero aiutare gli insegnanti ad aumentare i benefici ottenuti dall’imminente pausa natalizia. La ricerca evidenzia i potenziali vantaggi che possono essere ottenuti anche da piccoli gesti effettuati durante il nostro tempo libero e che ci danno un senso di autonomia, efficacia e vicinanza con i nostri cari. Da tenere presente che le vacanze scolastiche in Gran Bretagna sono più spezzettate di quelle italiane e forse in questo caso la ricerca dimostra l’utilità di più pause durante l’anno, invece di un lungo stop estivo come siamo abituati nel Bel Paese.

La ricerca conferma l’importanza vitale di tali pause durante il calendario scolastico, che permettono di ricaricare le risorse emotive e di risanare lo stato psicologico degli insegnanti. La ricerca è stata condotta dal Dott. Paul Flaxman e dalla Dott.ssa Sonja Carmichael della City University London, in stretta collaborazione con l’Education Support Partnership (precedentemente chiamato Teacher Support Network).

I ricercatori hanno chiesto a un gruppo di 90 insegnanti di scuole di tutto il Regno Unito di completare dei brevi sondaggi al termine di otto settimane consecutive, registrando i dati relativi al periodo precedente, durante e successivo alle due settimane delle vacanze di Natale del 2013. L’analisi è stata replicata anche con un gruppo di insegnanti in Quebec, Canada.

Lo studio ha mostrato che gli insegnanti che continuavano a essere preoccupati e a rimuginare sul lavoro durante le vacanze di Natale avevano minori probabilità di riprendersi dalle fatiche del trimestre scolastico trascorso.

Il team di ricerca ha inoltre scoperto che gli insegnanti in grado di soddisfare tre «esigenze psicologiche di base», ossia un senso di competenza, di autonomia e di empatia con le altre persone, avevano un livello di salute mentale ben più elevato nel corso delle vacanze di Natale. Gli effetti della soddisfazione delle esigenze psicologiche di base non solo erano visibili nel corso delle vacanze natalizie, ma anche durante le prime settimane del nuovo trimestre, a gennaio.

Parlando della ricerca, il Dott. Paul Flaxman, Professore Associato di Psicologia del Lavoro alla City University London, afferma: «Il nostro lavoro mostra che le pause per gli insegnanti, in particolare quelle a metà semestre e nel periodo di Natale, sono incredibilmente importanti per la loro salute mentale. Garantire agli insegnanti di avere delle opportunità regolari per riprendersi dai sovraccarico di lavoro aiuterà a prevenire gli esaurimenti nervosi. Secondo me è vitale che vengano mantenute queste pause regolari nel calendario scolastico. Se sei una persona che tende a preoccuparsi e a rimuginare sulle cose, ti consigliamo un allenamento alla consapevolezza. Questo tipo di allenamento aiuta a garantire di non “farsi prendere” troppo da cicli inutili di pensieri negativi, aumentando così il nostro benessere e la qualità della vita».


© RIPRODUZIONE RISERVATA