Un caffè con mister Starbucks «Apro in Italia nel 2017, con Percassi»

Un caffè con mister Starbucks
«Apro in Italia nel 2017, con Percassi»

A colloquio con Howard Schultz, alla guida del colosso planetario delle caffetterie, che rivela i suoi progetti per l’Italia.

Il primo store di Starbucks in Italia aprirà a Milano nei primi mesi del 2017 e sarà realizzato in partnership con Antonio Percassi, patron dell’Atalanta. «La verità? Non eravamo pronti. Ora lo siamo. Credo che questo sia il momento giusto. I can’t explain (non so spiegarlo…) ma sento che è così. Un’azienda deve essere focalizzata e concentrata su un obiettivo e tutto il team deve essere concentrato su quello» racconta Howard Schultz, a margine della presentazione, scambiando quattro chiacchiere in privato.

Howard Schultz è alla guida di Starbucks

Howard Schultz è alla guida di Starbucks

Howard Schultz a MilanoFoto by Delfino Sisto Legnani

Howard Schultz a MilanoFoto by Delfino Sisto Legnani

«Ora intendiamo provare, con umiltà e rispetto, a condividere quanto abbiamo fatto e imparato aprendo il primo store in Italia. Verrà progettato con una scrupolosa attenzione ai dettagli e con un grande rispetto per gli italiani e la cultura del caffè. Mi auguro che i nostri partner possano sentirsi orgogliosi a tal punto che, ogni volta che vedranno uno store o ne varcheranno la soglia, penseranno di aver fatto la cosa giusta».

Lo storico Starbucks di Seattle a Pike Place Market

Lo storico Starbucks di Seattle a Pike Place Market

Lo storico Starbucks di Seattle a Pike Place Market

Lo storico Starbucks di Seattle a Pike Place Market

E Percassi si dice entusiasta: «Siamo consapevoli di affrontare una sfida unica, portando Starbucks in Italia, il Paese del caffè per eccellenza e confidiamo che gli italiani siano pronti per vivere appieno l’esperienza del brand Starbucks come avviene in molti altri mercati. Dobbiamo essere sinceri, l’italiano ha più gusto di chiunque altro al mondo, e il primo a saperlo è proprio Schultz. Il mercato qui è difficile, e se Starbucks ci arriva adesso è perché si sente pronta. E noi con loro».

Antonio Percassi, imprenditore e presidente dell’Atalanta

Antonio Percassi, imprenditore e presidente dell’Atalanta

Perché lo Starbucks made in Italy «sarà una proposta unica a livello mondiale, di altissima qualità. Hanno aspettato fino ad oggi e sanno che non possono sbagliare. In noi hanno grandissima fiducia e lavoreremo al massimo per ricambiarla» conclude il patron nerazzurro.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola lunedì 29 febbraio 2016
d.nikpalj
Dino Nikpalj L'Eco di Bergamo

© RIPRODUZIONE RISERVATA